Categoria: Focus

FESTA SOCIALE PER IL MOTOCLUB CARETER. APPLAUSI PER IL TITOLO ITALIANO DI ALFREDO GAMBA

Festa grande per gli appassionati bergamaschi di enduro e moto-regolarità. Presso il ristorante “Piajo”, a Nembro, durante il pranzo sociale di fine anno, il Moto Club Careter “Imerio Testori” di Nembro, eccellenza del motociclismo bergamasco, ha celebrato i suoi piloti, quelli che si sono distinti durante la stagione agonistica 2019, ma ha anche ringraziato quanti

CIAO ADRIANO! CI MANCHERAI…

UNA VITA DA CRONOMETRISTA, 55 ANNI CON IL “CRONO” IN MANO “Vincere il tempo è lo spirito dello sport”. Questo il motto che ha animato la vita di Adriano Rota Nodari, presidente e “anima” del Motoclub Careter di Nembro, ma soprattutto uno dei più “longevi” cronometristi bergamaschi, con all’attivo 55 anni di onorato servizio di

CENA SOCIALE MOTO CLUB CARETER. PREMI E APPLAUSI.

NEMBRO Festa grande per gli appassionati bergamaschi di enduro e moto-regolarità.  Presso il ristorante “Piajo”, a Nembro, durante la cena sociale di fine anno, il Moto Club Careter Nembro, eccellenza del motociclismo bergamasco, ha celebrato i suoi piloti, quelli che si sono distinti durante la stagione agonistica 2017. A sottolineare il blasone delle casacche “giallo-verdi”

NEMBRO, 25 FEBBRAIO. SI RICORDA LA “SEI GIORNI D’ARGENTO 1975”.

Si celebra una grande pagina della storia del motociclismo. Si ricorda un grande successo internazionale della moto-regolarità nostrana. Si esalta una casa motociclistica fra le più gloriose e blasonate. Si applaude uno dei motoclub più ricco di titoli nel panorama nazionale e internazionale della moto-regolarità. Si salutano i “quattro moschettieri”, i piloti, che sono stati

MOTOCLUB CARETER. ANCORA AL TIMONE DI COMANDO ADRIANO ROTA NODARI

Tutto secondo copione. Adriano Rota Nodari è stato riconfermato presidente del Moto Club Careter “Imerio Testori” di Nembro. E questo, nonostante alle elezioni del nuovo consiglio direttivo non fosse stato eletto; infatti, per un solo voto era rimasto fuori, come primo dei non eletti, dal gruppo dei “fantastici sette” del nuovo consiglio direttivo (Claudio Ruggeri,