REGOLARITA’ D’EPOCA GRUPPO 5. VITTORIE A RAFFICA “MADE IN BG”

Il campionato italiano di regolarità d’epoca Gruppo 5 è partito. La gara d’apertura si è svolta nella Riviera dei Fiori, a Diano Marina, in provincia di Imperia. Qui, il plotone dei piloti “veteran”, ben 245 iscritti, si è dato battaglia, fra prove speciali, trasferimenti e controlli orari, sui sentieri delle Alpi Marittime. Ma che fatica. Una gara difficile, stressante, ma soprattutto pesante, per colpa del maltempo e della pioggia, caduta incessante per due giorni, che ha costretto a ridurre a tre le cinque speciali previste. A tal proposito, un po’ di malumore fra i motoclub, per la scarsa tenuta del percorso e per l’esigua lunghezza delle stesse speciali. Comunque, più dell’80% dei piloti ha chiuso la gara.

Era la prima delle sei tappe in cui è articolato il torneo tricolore. Tanti motoclub, tanti team, tanti appassionati delle “rugginose”. Ma a svettare più in alto di tutti sono sempre loro, i piloti “made in Bergamo”, qui rappresentati dalle squadre della Scuderia “Fulvio Norelli” del Moto Club Bergamo, dalla Scuderia “Grumello Benini Vintage” sempre del Moto Club Bergamo, dal Motoclub Careter “Imerio Testori” di Nembro, dal MC Brembana, dal MC Valdiscalve, dal MC Costa Volpino e dal MC Lago d’Iseo. Tante “corazzate” dalla grande potenza di fuoco che, senza alcun timore reverenziale, hanno fatto man bassa di successi nelle diverse classi in cui era articolata la gara, oltre a ben figurare nelle classifiche a squadre.

Ma andiamo con ordine a sottolineare i successi ottenuti dai conduttori orobici. Ben otto vittorie di classe (più l’assoluta) e una ventina di piazzamenti da podio. Applausi!

Nella classe C1, successo per Nazareno Artifoni (Scuderia Grumello Bergamo). E successo del compagno di scuderia Pietro Caccia, nella classe C2, con l’amico Piero Prado buon secondo. E successo dell’altro compagno di scuderia Andrea Purinan, nella classe X4, con Ettore Rivoltella (Scuderia Norelli Bergamo), secondo.

E ora veniamo ai successi della Scuderia Norelli Bergamo. Dapprima Riccardo Terranova, nella classe X1; poi, Michele Ferrari, nella classe X3; quindi, Alberto Gennaro, nella classe B2; e, udite udite, Fausto Scovolo, nella classe D4, con corredo di successo nella classifica assoluta. Da segnalare in questa classe, buoni risultati di altri piloti orobici: Renato Ghisalberti (MC Careter Nembro) ottavo; Paolo Franzolini (Scuderia Norelli Bergamo) quattordicesimo; e Dimetrio Labella (Scuderia Grumello Bergamo) 16°.

Vittoria anche per il MC Careter Nembro, nella classe C5, con Valter Testori; a seguire, due piloti della Scuderia Norelli Bergamo: Massimo Peradotto (5°), Giacomo Cremaschi (6°).

Diversi i piazzamenti da podio. Ma andiamo a vedere le singole classi.

A1. Vittoria di Luca Santucci, con Alberto Rittà (Scuderia Grumello Bergamo) secondo; e Valerio Signorelli (Scuderia Norelli Bergamo) terzo.

A2. Vittoria di Alessandro Degano, ma subito dietro un grande Maurizio Dominella (MC Careter Nembro), che ha fatto sua la piazza d’onore; quarto Heinz Renken (MC Costa Volpino) e quinto Mario Quadri (MC Careter Nembro).

A3. In una gara vinta da Fabio Parrini, ottimo secondo posto per Roberto Perere, del MC Careter Nembro; e terza piazza per Valentino Roman, della Scuderia Norelli Bergamo.

A4. Terzo gradino del podio per Daniele Meroni, del MC Careter Nembro, in una classe vinta da Paolo Maria Sala. Quarto Marco De Eccher, della Scuderia Grumello Bergamo; e poi, Eugenio Sala (6°) della Scuderia Norelli Bergamo; e due esponenti della Scuderia Grumello Bergamo: Enrico Belussi (7°) e Donato Lanati (8°) su Puch.

A5. Successo per Massimo Parrini, e “solo” secondo Alessandro Gritti, della Scuderia Grumello Bergamo. A seguire, altri tre piloti della Scuderia Grumello Bergamo: Gianluca Corsini (3°), Sergio Belussi (4°), Lorenzo Corò (7°).

B2. Ottima seconda piazza di Alfredo Gamba, del MC Careter Nembro, dietro al norellista Gennaro.

 

C4. Piazza d’onore per Walter Bettoni, della Scuderia Grumello Bergamo, dietro ad Enrico Tentori (MC Pantera).

D2. Piazza d’onore anche per Giorgio Nembrini, del MC Costa Volpino, in una gara vinta da Giuseppe Vernagallo. Quindi: quarto Ferdinando Lorini (MC Careter Nembro), ottavo Bruno Brignoli (Scuderia Grumello Bergamo), decimo Stefano Zubboli (MC Costa Volpino).

D3. Seconda posizione per l’inossidabile Gualtiero Brissoni, della Scuderia Grumello Bergamo, dietro a Stefano Bosco; con il norellista Alfredo Bottarelli terzo.

D1. Terzo gradino del podio per il nembrese Giorgio Maver, del MC Careter Nembro, in una gara vinta da Federico Fregnan; con il compagno di club, il dalminese Massimo Amadei, buon quarto.

C6. Ancora terzo posto per un pilota del MC Careter Nembro: è Massimo Sfondrini, in una gara vinta da Giorgio Goldoni.

D4. E terzo posto anche per Pierantonio Magri, del MC Val di Scalve. La classe è stata vinta da Mattia Traversi.

D6. Da sottolineare l’inaspettato terzo posto per il campione italiano 2017 Ivo Zorzitto (Maico), del MC Careter Nembro, che è stato battuto dall’altoatesino Philip Sparer, anche lui su una Maico; quinto il norellista Bruno Pellegrino, e decimo il compagno di scuderia Walter Facheris.

C3. Quarto l’altro norellista Giulio Gambarini, in una classe vinta da Alberto Laneri (MC RS 77).

X2. Vittoria di Andrea Stucchi, con  Alessandro Pierannunzi (MC Costa Volpino) quinto; e lo scalvino Biagio Magri quinto.

Classifiche a squadre. Nel Vaso, vinto dal MC Manzano, piazza d’onore per il MC Careter Nembro e terzo posto per la Scuderia Norelli Bergamo. Nel Trofeo, vittoria del MC Pantera, con podio completato dalla Scuderia Grumello Bergamo, con squadra A e squadra B.

Il prossimo impegno, si spera con meno umidità, il 25 marzo, a Manzano, in Friuli, per la regia del Moto Club Manzan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *