CAMPIONATO ITALIANO GRUPPO 5 REGOLARITA’ D’EPOCA 2018. IL VIA DA DIANO MARINA

11 marzo 2018, le moto d’antan, le cosiddette “rugginose”, sono pronte ad accendere i motori. Sistemati i cilindri, sostituite le guarnizioni, pulito il motore, lustrato bene il telaio, ecco tutto è pronto per una nuova avventura; per molti con un anno in più. Riparte il campionato italiano di regolarità d’epoca Gruppo 5. La gara d’apertura è nella Riviera dei Fiori, a Diano Marina, in provincia di Imperia, dove il plotone dei piloti “veteran” si darà battaglia, fra prove speciali, trasferimenti e controlli orari, sui sentieri delle Alpi Marittime. Si tratta della prima delle sei tappe in cui è articolato il torneo tricolore e in cabina di regia c’è il MC Imperia, capitanato da Maurizio De Luca.

Il sodalizio motoristico ha lavorato duro in questi ultimi mesi, ma con la collaborazione delle amministrazioni comunali del comprensorio di Diano Marina è riuscito a predisporre una gara strutturata su tre giri di circa 35 chilometri e due prove speciali: un cross test da effettuare tre volte e una linea cronometrata nel secondo e nel terzo giro.

Paddock assistenza e CO saranno allestiti in piazza Taramasco; parco chiuso e verifiche tecniche saranno organizzati al Molo delle Tartarughe, in riva al Mar Ligure. Le verifiche amministrative invece, insieme anche al parco chiuso di fine gara e le premiazioni si svolgeranno al Palasport “G.Canepa”, sempre a Diano Marina.

 

“Il percorso di gara – spiega il presidente del Moto Club Imperia Maurizio Di Luca, in un’intervista Federmoto – è stato studiato nei minimi dettagli mettendo insieme il meglio che il nostro territorio possa regalare per la nostra specialità: lo riteniamo spettacolare, quanto mai vario nella sua tecnicità, e con diversi passaggi da regolarità “vera”. I piloti attraverseranno tutti i Comuni delle vallate retrostanti l’area dianese da Diano Castello a Diano San Pietro e Diano Arentino, oltre ad un tratto su San Bartolomeo al Mare con scenari e panorami di una bellezza unica. Il cross test, il cosiddetto fettucciato, in località Varcavello – Eira Terme, dista dal paddock poco più di un chilometro, mentre la prova speciale in linea sarà raggiungibile agevolmente con un mezzo in pochi minuti. Insomma, noi con la nostra passione, i circa sei mesi di preparativi, gli innumerevoli fine settimana trascorsi a pulire e predisporre il tracciato di gara, anche questa volta ce l’abbiamo messa davvero tutta per dare vita ad un bel weekend di gara. Speriamo di esserci riusciti”.

Con la prima prova di campionato, il Gruppo 5 Regolarità d’Epoca parte per una nuova stagione, che si preannuncia ancora avvincente: oltre 500 le richieste di assegnazione del numero di gara pervenute in Federazione e, oltre ai nomi che già ben si conoscono e che da anni fanno parte del circus delle “rugginose”, sono arrivati anche altri personaggi noti nel mondo dell’enduro, come Fausto Scovolo, o “vecchie glorie” dell’enduro. Con loro rivedremo Alessandro Gritti, Gualtiero Brissoni, Pietro Gagni e Sergio Belussi solo per citarne alcuni, insieme a tutti i vincitori delle singole categorie del campionato 2017: Alberto Rittà, Giovanni Runggaldier, Fabio Parrini, Paolo Maria Sala, Massimo Parrini, Giancarlo Donadio, Nazzareno Artifoni, Pier Enzo Rossi, Massimo Riva, Lorenzo Troian, Enrico Tortoli, Wilson Vagnini, Fabrizio Pietranera, Giulio Gambarini, Stefano Bosco, Giuseppe Vernagallo, Osvaldo Armanni, Ivo Zorzitto, Alessandro Vaccari, Riccardo Terranova, Alessandro Pierannunzi, Ettore Rivoltella, Arturo Cataldo, Giuseppe Vitale, Paolo Caruso, Giorgio Volpi.

Oltre 200 i partecipanti alla prova di apertura delle “rugginose” nel Ponente ligure. Per il pubblico sarà un’emozione impagabile ammirare le evoluzioni dei protagonisti delle ruote tassellate d’epoca. La “truppa” è varia: dai nomi altisonanti dell’ambiente, quelli che hanno fatto la storia della moto-regolarità ai soliti appassionati disseminati nei sodalizi più “specializzati” in materia: bergamaschi e bresciani su tutti,  insieme a trevigiani, toscani, pavesi, piemontesi e una sempre coraggiosa rappresentanza siciliana e sarda.

Per la cronaca, dopo Diano Marina, il torneo conta altri cinque appuntamenti: Manzano (UD) 25 marzo, Giffoni Sei Casali (SA) 5-6 maggio, Casanova Staffora (PV) 27 maggio, Monterenzio (BO) 24 giugno, Casciana Terme (PI) 9 settembre.

A difendere i colori bergamaschi saranno la scuderia Norelli del Mc Bergamo, la scuderia Grumello del Moto Club Bergamo, il Motoclub Careter “Imerio Testori” di Nembro, il Motoclub Costa Volpino.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *