14° ISNY KLASSIC. GIANCARLO MELLI DOMINA IN GERMANIA. IN LUCE IL MC CARETER “IMERIO TESTORI” NEMBRO

Ha regalato una bella soddisfazione al motociclismo d’epoca “made in Bergamo” la 14^ edizione dell’Isny Klassic, andato in onda a Isny im Allgau, in Germania. Una gara per autentici appassionati delle ruote artigliate della regolarità d’epoca, un all-terrain di grande qualità, che è stata ulteriormente resa difficile e impegnativa dalle avverse condizioni del tempo, veramente inclemente per il mese di settembre.

Ma ciò nonostante i 240 piloti che hanno partecipato alla gara non hanno avuto paura, la passione era troppo forte; la pioggia e il terreno fangoso non hanno scalfito la loro grinta: da “uomini veri”, i regolaristi vintage hanno tirato fuori le unghie, graffiato il terreno e dimostrato che sono i più forti.

Alla fine il “Klassic” è stato un successo, un evento di successo. Certo, qualche limitazione c’è stata: si è dovuto abbandonare il test di frenata e di accelerazione, poiché i tratti erano inondati; e si sono fatti solo due dei tre giri programmati. Ma, come detto, i piloti si sono adattati. E non sono mancati successi dei piloti del MC Careter “Imerio Testori” di Nembro, affezionato a questo tipo di competizioni. Per i piloti “giallo-verdi” una bella trasferta in terra teutonica, che ha regalato uno stupendo successo e ottime posizioni da podio. Beh, non c’è da meravigliarsi: nonostante il lotto dei concorrenti fosse di primo piano, con presenze di caratura internazionale, la pattuglia guidata dal presidente Adriano Rota Nodari ha dettato legge, dimostrando di essere ancora una volta protagonista della regolarità d’epoca, una delle prime al mondo.

Ebbene, il successo in casa “giallo-verde” è arrivato con il vertovese Giancarlo Melli, un affezionato della gara tedesca, tanto da averla vinta già in precedenza. La sua KTM GS 125 è risultata prima nella classe K2B, per moto di 125 cc dal 1970 al 1976. Ha messo dietro, con classe e maestria, nonostante passaggi da incubo, fra fango e pozzanghere che sembravano laghi, Zundapp, Puch, MZ, Lowe Sachs ed Hercules, strappando gli applausi del pubblico.

Buona performance “giallo-verde” anche nella classe K1B, per moto di 100 cc dal 1970 al 1976: in una gara vinta da Florian Eisele, il podio è stato occupato da ben due piloti del MC Careter “Imerio Testori” di Nembro: piazza d’onore per Paolo Gandossi e terza posizione per Gianmario Giudici; ottavo il compagno di club Maurizio Dominella.

Da segnalare poi, l’ottima prova di Andrea Melli, figlio di Giancarlo, che ha fatto sua la quarta posizione nella classe K3B, per moto da 250 cc dal 1970 al 1976. Per la cronaca, ha vinto Bruno Bierschenk, mentre secondo è arrivato Sergio Belussi, della Scuderia Grumello Vintage del MC Bergamo; inoltre, a seguire, Engardo Perletti, del MC Bergamo Vintage Racing (8°), Donato Lanati, del MC Bergamo Vintage Racing (10°) e Augusto Grasso, del MC Bergamo (18°).

Presente alla Isny Klassic anche Alessandro Gritti, della Scuderia Grumello del NC Bergamo, che ha vinto nella classe K2C, per moto di 125 cc dal 1976 al 1978; nella stessa classe, nono posto per il compagno di scuderia Giorgio Sironi.

 

 

 

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *