REGOLARITA’ GRUPPO 5. A COSTA VOLPINO, PAOLO GANDOSSI FA CENTRO

Sempre in alto i colori del MC Careter “Walter Testori” di Nembro nel campionato italiano GRUPPO 5. Ripresentatasi ai nastri di partenza domenica 10 settembre, a Costa Volpino (Bergamo), per la quinta tappa (sesto round) del tricolore 2017, i piloti “giallo-verdi” di patron Adriano Rota Nodari hanno offerto ancora una volta una prova entusiasmante, a dimostrazione della tecnica sempre eccellente, nonostante d’età, dei suoi più forti conduttori.

In effetti, nonostante il maltempo che ha imperversato sulla zona del Sebino nel fine settimana, i piloti del MC Careter hanno dettato forte il loro verbo, andando battere gli strali di Giove Pluvio, ma soprattutto i colpi degli avversari. Certo, è da segnalare, vuoi per il terreno insidioso, vuoi per errori personali, un eccessivo numero di ritiri e un arretramento di alcuni piloti di classifica. Peccato, perché per soli pochi punti, non si è riusciti vincere la classifica di giornata a squadre del Vaso, battuti dalla formazione del MC Costa Volpino, i padroni di casa.

Ma andiamo a vedere come si sono comportati i nostri portacolori. Fra gli 8 “super-rider” bergamaschi che hanno vinto la loro classe c’è il nostro Paolo Gandossi, di Cene, classe ’59, che ha fatto sua la classe A2, portando sul gradino più alto del podio la sua Zundapp. Dietro di lui Giovanni Runggaldier, della Scuderia Grumello.

Per la cronaca, gli altri vincitori “BG” di giornata sono stati: Alessandro Gritti, Pietro Caccia, Marco Bianchi, Giorgio Nembrini, Paolo Sottosanti, Alessandro Pierannunzi, Mirco Rossi.

E andiamo nell’ordine. Bellissima piazza d’onore per il vertovese Giancarlo Melli, nella classe A3, vinta da Fabio Parrini. E applausi per il quarto e sesto posto dei compagni di club Maurizio Dominella e Mario Quadri.

Bella anche la performance di Daniel Meroni, nella classe A4, è arrivato terzo, dietro al vincitore Paolo Sala e a Marco De Eccher, della Scuderia Grumello Vintage.

Nella classe B2, poi, vinta da Alessandro Gritti (Morini), della Scuderia Grumello Vintage, quarta piazza per il coriaceo Pietro Gamba, del MC Careter Nembro. Mentre il figlio Alfredo ha dovuto gettare la spugna, ritirandosi, ma dimostrando di sapersi far valere, tanto da competere quasi alla pari con Gritti: quando era in gara, la differenza la facevano i secondi…

E se Pietro Caccia, della Scuderia Grumello, è stato il vincitore nella classe C2, il nostro Gianmario Giudici ha dimostrato di esserci, conquistando un’ottima terza posizione.

Applausi anche per il secondo posto conquistato dal nostro brembano Valter Testori, nella classe C5. Purtroppo, per battere Enrico Tortoli ci vuole di più, ma il nostro Valter c’è.

Nulla da fare stavolta, poi, per Massimo Sfondrini, che si è dovuto accontentare della sesta piazza nella classe C6, vinta da Wilson Vagnini.

Ma tutti in piedi. Bellissimo il secondo posto di Giorgio Maver nella classe D1, vinta dal pilota di casa Giorgio Nembrini, del MC Costa Volpino: con i punti conquistati è ancora di più solo al comando della classifica, ad una gara dal termine. Bene anche il nono posto di Massimo Amadei.

Un’altra bella piazza d’onore, l’ha ottenuta, nella classe D2, Ferdinando Lorini, che ha offerto una grande prova, come a Priero. Nella stessa classe, decimo posto per Giordano Bettineschi.

Solo 14°, invece, Giovanni Serra nella classe D3. Mentre nella classe D5 (250 2T), si sono ben comportati Alessio Rota Nodari, giunto nono, e il brembano Diego Gavazzi, giunto 13° al traguardo.

Ma ecco la sorpresa della giornata. Il nostro super Ivo Zorzitto, friulano doc, non ha vinto. Sì, è proprio così. E’ strano, ma è così. Una caduta, per evitare un pilota sul percorso, lo ha costretto a rincorrere, conquistando così una per lui inusuale quarta posizione, in una gara vinta da Marco Bono.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *