9-10 SETTEMBRE. REGOLARITA’ GRUPPO 5, A COSTA VOLPINO

Ritorna in calendario il campionato italiano regolarità Gruppo 5. Dopo la quarta tappa (quinto round) del 4 giugno scorso, andata in onda a Rodengo Saiano, e superata l’estate fra Memorial e raduni, i piloti bergamaschi della regolarità riaccendono i motori e si presentato domenica 10 settembre a Costa Volpino, per la quinta tappa (sesto round) del circuito tricolore.

Per la cronaca, ci eravamo lasciati in terra bresciana con un grande successo “provinciale”, con un carniere che era bello pieno di vittorie, in ben dieci classi, a dimostrazione che la scuola bergamasca è sempre quella che detiene i gradi di prima della classe. Ben dieci successi di classe! Mica noccioline. E fra questi alcuni piloti del MC Careter “Imerio Testori” di Nembro, che ben si sono comportati. Alcuni di loro partono con buone chance di vittoria di tappa, ma soprattutto di vittoria finale, stante la loro posizione in classifica.

Ora, un occhio alla griglia di partenza, che vede molti piloti orobici, e fra questi anche i portacolori del club di Adriano Rota Nodari, partire con la “tabella rossa”, cioè come primi della classifica generale di classe.

Partiamo dalla A1, dove in vetta c’è Alberto Rittà (KTM), della Scuderia Grumello Vintage; a seguire, quinto posto del norellista Valerio Signorelli. E ancora in cima alla classifica la Scuderia Grumello Vintage con Giovanni Runggaldier (KTM), nella classe A2, che precede Heinz Renken, del MC Costa Volpino. Maurizio Dominella del MC Careter Nembro è quinto.

Parte primo assoluto anche il mitico Alessandro Gritti, nella classe B2, davanti al norellista Alberto Gennaro, mentre Pietro Gamba e Alfredo Gamba, padre e figlio, in forza al MC Careter di Nembro, sono installati al terzo e quarto posto.

In testa alla classifica della C1 un altro pilota bergamasco: Nazareno Artifoni, della Scuderia Grumello Vintage. E primo in classifica anche Massimo Riva, della Scuderia Norelli, con terzo il suo compagno di team Marco Bianchi. Da seguire anche Giorgio Sironi della Scuderia Grumello Vintage e Salvatore Zambuto della Scuderia Norelli.

E’ Giorgio Maver, poi, alfiere del MC Careter Nembro il capo-classifica della classe D1; da seguire anche il suo compagno di club Massimo Amadei, che è ottavo.

Primi tre gradini della classifica tutti “giallo-neri”, con i norellisti Giulio Gambarini, Fabio Casotto e Paolo Bregalanti, nella classe D2. A soffiare sul collo c’è Ferdinando Lorini, del MC Careter Nembro, che è quarto, con il compagno di club Vittorio Bettineschi, che parte nono.

E che dire del friulano Ivo Zorzitto, in forza al MC Careter di Nembro? E’ solitario in vetta nella classe D6. Come, del resto, è primo assoluto, nella classe X1, Riccardo Terranova, della Scuderia Norelli; in questa classe Massimo Licini, del MC Careter Nembro, parte secondo.

Altro pilota orobico in prima posizione è Ettore Rivoltella, della Scuderia Norelli, nella classe X3, con Andrea Purinan e Mirco Rossi, della Scuderia Grumello Vintage, rispettivamente secondo e terzo.

Marco De Eccher, della Scuderia Grumello Vintage, è il migliore in classifica nella classe A4: è quarto. Seguono Daniele Meroni, del MC Careter Nembro, che è quinto; Donato Lanati (Scuderia Grumello Vintage) sesto; e Valentino Roman (Scuderia Norelli) settimo.

Nella classe A3, poi, in evidenza il secondo posto di Giancarlo Melli, del MC Careter Nembro; sesto e nono rispettivamente i compagni di club Mario Quadri e Roberto Maroni.

Parte secondo Sergio Belussi, della Scuderia Grumello Vintage, nella classe A5; con il compagno di scuderia Gianluca Corsini terzo, e Massimo Viganò, del MC Costa Volpino, sesto.

Piazza d’onore per Pietro Caccia, della Scuderia Grumello Vintage, nella classe C2, con il compagno di squadra Mario Rossi terzo; quindi, due piloti del MC Careter Nembro, Gianmario Giudici (5°) e Paolo Gandossi (7°); ottavo Piero Prado, della Scuderia Grumello Vintage.

E piazza d’onore provvisoria per Paolo Gandossi, del MC Careter Nembro, nella classe C2, seguito da tre piloti della Scuderia Grumello Vintage: Pietro Caccia, Mario Rossi e Piero Prado; ottavo Gianmario Giudici, del MC Careter Nembro.

Seconda posizione in classifica per Antonio Fiore (Scuderia Norelli), nella classe C4, con Vittorio Console (MC Careter Nembro) che è quinto.

Affollatissima la classe C5, che vede in stallato in seconda posizione Valter Testori, del MC Careter Nembro; da seguire i norellisti Angelo Sfondrini e Massimo Peradotto, rispettivamente nono e decimo in classifica.

Parte secondo Massimo Sfondrini, del MC Careter Nembro, nella classe C6. Come pure il norellista Alfredo Bottarelli nella classe D3; Marco Calegari, della Scuderia Grumello Vintage, nella classe D4; Alessandro Pierannunzi (MC Costa Volpino) nella classe X2.

Luca Murer parte terzo classe D5. Mentre Raffaello Manenti (Grumello Vintage) è quarto nella classe S, con i norellisti Maurizio Cecconi e Ezio Righetti rispettivamente sesto e settimo.

Più difficile la situazione nelle classifiche a squadre. Nel Trofeo domina il toscano MC Pantera, davanti a Vintage A e Vintage B, Scuderia Norelli A e MC Careter A e MC Careter B. Nel Vaso, in testa c’è il MC Regolarità 70, davanti a Scuderia Norelli A, Vintage A e MC Careter A.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *