Registro Storico

“Il Motoclub Careter “Imerio Testori” Nembro si adopera per la salvaguardia del patrimonio storico tramite l’iscrizione di motocicli di interesse storico nel Registro Storico Nazionale della FMI”

Modalità di iscrizione dei motocicli e ciclomotori al Registro Storico Nazionale

Il Motoclub Careter “Imerio Testori” Nembro è un’associazione affiliata alla FMI, un ente morale riconosciuto che tutela il patrimonio storico nazionale motociclistico e promuove le ricerca, il restauro e la conservazione. Con il decreto legge 151/2003 (convertito nella legge 214/2003) del Codice della Strada tra cui l’art. 60, il Ministero dei Trasporti ha riconosciuto il Registro Storico Nazionale della FMI. Per questi motivi, e vista la nuova legge pubblicata sul n° 55 della Gazzetta Ufficiale del 19 marzo 2010, si precisa che la è tra gli enti riconosciuti dal Codice della Strada per poter avviare le pratiche utili per le reimmatricolazione di motoveicoli radiati dal PRA e di motoveicoli senza targa (demoliti per consegna targhe).
Con l’iscrizione al Registro Storico Nazionale è possibile usufruire di alcuni vantaggi:
Esenzione del pagamento della tassa di proprietà, il “bollo”: l’art. 63 della legge 342/2000 ha introdotto la tassa di circolazione per i veicoli storici al posto della tassa di possesso (bollo). Tale tassa è riservata per tutti i motoveicoli che hanno compiuto 30 anni.

Reimmatricolare motocicli Radiati d’Ufficio dal PRA: l’art. 18 della legge 289/2002 ha stabilito la possibilità di immettere in circolazione, tramite pratica amministrativa di reiscrizione, un veicolo radiato dal PRA mantenendo targa e libretto originale. La FMI è in grado di rilasciare il Certificato di iscrizione al Registro Storico Nazionale utile per avviare la pratica di reiscrizione.
Reimmatricolare motocicli demoliti volontariamente (consegnato targhe) e/o di incerta provenienza (estero): come pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, nel supplemento ordinario n. 55 del 19 marzo 2010, il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, permette di poter reimmatricolare con targa e libretto nuovo i veicoli di interesse storico e collezionistico che sono sprovvisti di targa e documenti in originale e/o veicoli di provenienza incerta (estera o artigianale). Sarà possibile reimmatricolare tutti i mezzi dei quali è stata consegnata targa e libretto e tutti i veicoli con provenienza incerta (estero o artigianali)
Agevolazioni e sconti su polizze assicurative: numerose compagnie assicurative prevedono sconti e polizze personalizzate per i possessori di uno o più motocicli di interesse storico, prevedendo per questi polizze cumulative o singole con costi ridotti
esenzione luci accese: un motoveicolo, iscritto al Registro Storico Nazionale in base all’art. 152 del Codice della Strada, è dispensato dall’obbligo di circolare con le luci accese anche di giorno.
Età necessaria per iscrivere i motocicli e i ciclomotori al Registro Storico Nazionale
• Motocicli: 20 anni di età dalla prima immatricolazione e/o attestato di costruzione
• Ciclomotori: 25 anni di età dal rilascio del primo Libretto di Circolazione e/o attestato di costruzione