Festa grande per gli appassionati bergamaschi di enduro e moto-regolarità d’epoca Gruppo 5.  Presso il ristorante “Piajo”, a Nembro, durante la cena sociale di fine anno, il Moto Club Careter Nembro, eccellenza del motociclismo bergamasco, ha celebrato i suoi piloti, quelli che si sono distinti durante la stagione agonistica 2018. A sottolineare il blasone delle casacche “giallo-verdi” ci ha pensato il presidente Adriano Rota Nodari, che ha premiato i piloti che nel 2018 hanno fatto trionfare i colori del MC Careter “Imerio Testori” di Nembro.

Ma andiamo a vedere chi sono i premiati. Innanzitutto, due titoli tricolori. Con Valter Testori, di San Giovanni Bianco, nella classe C5, peraltro con una gara d’anticipo. E Roberto Perere, classe 1962, di Novate Milanese, che ha fatto sua la classe A3.

Da segnalare, poi, che il MC Careter Nembro ha centrato anche due ottime posizioni nelle classifiche a squadre. Infatti, è risultato vice-campione italiano 2018 nel Trofeo, alle spalle del MC Pantera di San Casciano Val di Pesa (FI), ma davanti al MC Bergamo Grumello Benini Vintage A. Mentre nella speciale classifica del Vaso è giunto quarto.

Inoltre, cinque titoli di vice-campioni italiani 2018 con Maurizio Dominella, Daniele Meroni, Massimo Sfondrini, Paolo Gandossi e Pietro Gamba. E quattro terzi posti con Giancarlo Melli, Alfredo Gamba, Massimo Amadei e Ivo Zorzitto.

Tre successi anche campionato regionale d’epoca Gruppo 5, con Roberto Perere, nella classe A3; Paolo Gandossi, nella classe C2; e Massimo Sfondrini, nella classe C6.

A tutti i piloti Gruppo 5, poi, una ventina quest’anno, è stato assegnato il Premio Pezzotta, in onore di uno dei fondatori del motoclub, Giuseppe Pezzotta. Ha consegnato Luca Pezzotta.

“E’ stata una stagione ricca di successi quella del 2018 per il MotoClub Careter “Imerio Testori” di Nembro – ha esordito il presidente Adriano Rota Nodari – Merito della capacità organizzativa e logistica dello staff direttivo del nostro sodalizio, ma soprattutto delle qualità tecniche dei nostri conduttori, che hanno messo in fila una serie di successi nei campionati italiano e regionale moto-regolarità Gruppo 5. Ringrazio i tanti volontari che ci seguono in tutte le gare; i sostenitori e gli sponsor; i cronometristi; la Federazione Motociclistica Italiana, nella persona di Francesco Mazzoleni, responsabile nazionale regolarità epoca. E arrivederci al prossimo anno”.

Come tradizione, poi, sono stati consegnati due importanti premi.

Il Premio Col. Giovanni Moro è andato a Maurizio Dominella: Pilota caparbio, tenace, dalla grande tempra, ma soprattutto simpatico e disponibile, per la sua costante presenza nel Moto Club Careter, sia a livello agonistico, dove lo rappresenta con sincera identità in tutti i palcoscenici motoristici  in cui si è esibito, e dove peraltro ha conseguito ottimi risultati, sia a livello sociale e ricreativo, dove si mostra generoso e affabile, dallo spirito gioviale e coinvolgente.

Mentre il Premio Careter è stato assegnato a Claudio Ruggeri: Appassionato di moto-regolarità, pilota dalle indubbie doti tecniche, ha profuso grande impegno e generosa partecipazione anche in campo sociale, organizzativo e logistico, mostrandosi sempre disponibile e pronto ad affrontare le varie incombenze burocratico-amministrative e di segreteria, spesso complicate e complesse, che sottendono la gestione del sodalizio motoristico. Dalla chiara sensibilità, ha mostrato altruismo e spirito di servizio, risultando un limpido esempio dei valori fondanti del Moto Club Careter.

 

 

 

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *